Lettera ai parlamentari dell’intergruppo per la cooperazione

parlamento_copertinaIn seguito all’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del disegno di legge che disciplina la cooperazione internazionale per lo sviluppo e riforma organicamente la Legge 49 del 1987, la portavoce di AOI, Silvia Stilli, scrive ai parlamentari dell’intergruppo parlamentare sulla cooperazione

———————————————————————————————————————————–

Gentilissime e gentilissimi onorevoli,

il Consiglio dei Ministri ha finalmente interrotto un lungo periodo ‘pluridecennale’ di tentativi mai andati a buon fine di riformare la legge 49/87 sulla cooperazione allo sviluppo.

Come portavoce dell’Associazione delle organizzazioni di solidarietà e cooperazione internazionale, la nuova AOI,  esprimo personale soddisfazione per questo primo passo importante: e’ una forte risposta alle preoccupazioni di questi ultimi anni della società civile italiana per la tendenza  a ridurre, o addirittura a cancellare, l’impegno per la lotta a tutte le povertà e ingiustizie globali e per l’affermazione della pace e dei diritti.

E’ un positivo inizio, ripeto.

Insieme a voi lo scorso autunno le reti di ong hanno lavorato per  mantenere e rafforzare nel budget del nostro Paese i fondi per la cooperazione internazionale: e’ indispensabile dare continuità alla relazione, avviando da subito un confronto per migliorare ed emendare alcuni punti di questa legge appena approvata in Consiglio dei Ministri.

Sappiamo che il percorso coinvolgerà inizialmente il Senato, perciò è indispensabile che ci garantiate, come intergruppo, una relazione attiva con le vostre colleghe e i vostri colleghi di quel ramo del Parlamento.

Le reti di ong e associazioni italiane  si augurano di incontrare molte/i di voi martedì 28 gennaio all’iniziativa promossa da OXFAM ed Action AID per definire un’ agenda.

Ho ritenuto utile inviare questo messaggio come ‘promemoria’ ed esprimere la  piena disponibilità  delle varie istanze sociali dell’ AOI a collaborare perché l’iter avviato prosegua in tempi brevi, ottenendo un risultato positivo,efficace e ampiamente condiviso dal Parlamento e dai vari attori non istituzionali coinvolti.

Cordiali saluti e buon lavoro, a presto,

Silvia Stilli – portavoce AOI

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.