Chi siamo

AOI: COOPERAZIONE INTERNAZIONALE TESSUTO CONNETTIVO PER IL BENE COMUNE GLOBALE

 

 

 

Nel 2001 è nata l’AOI come Associazione delle Ong Italiane. Il 19 luglio 2013 si è trasformata in una nuova rappresentanza sociale per iniziativa di tutti i soci dell’Associazione Ong Italiane: l’Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI).

AOI è stata promotrice e sostiene CONCORD Italia, piattaforma che rappresenta presso la  confederazione di CONCORD Europa le Ong italiane di sviluppo, solidarietà e cooperazione internazionali aderenti.

In data 27 Ottobre 2014, AOI ha sottoscritto il “Protocollo di intesa in materia di formazione e promozione delle tematiche legate alla responsabilità sociale d’impresa e alle linee guida OCSE” con il Punto di Contatto Nazionale OCSE della Direzione  Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).

Dall’ottobre 2016 AOI è socia dello IAP - Istituto Autodisciplina Pubblicitaria

In data 3 novembre 2016, insieme a Cini e Link2007, AOI ha firmato con la FAO un accordo per una più stretta collaborazione in aree di mutuo interesse come lo sviluppo rurale e la lotta alla fame e alla malnutrizione.

 

 

Pace • nonviolenza • antirazzismo • diritti umani • democrazia • sostenibilità • pluralismo • parità di genere • giustizia globale • dialogo sociale • coesione territoriale • beni comuni • sostenibilità ambientale, sociale e culturale • lavoro dignitoso • efficacia • trasparenza, competenza e condivisione • mutual accountability e ownership democratica

 

 

Lo scenario globale offre orizzonti e punti cardinali che si spostano e si mescolano, il concetto di sviluppo è chiamato a fare i conti con le nuove vertenze sociali, la povertà allarga i suoi confini geografici, economici, culturali e sociali, il clima di tensione e guerra riemerge e si espande tra medio oriente, mediterraneo e continente africano. La risposta è in un quadro di politiche coerenti e nella certezza delle risorse, per rafforzare la centralità della solidarietà e cooperazione internazionale come relazione globale di individui e territori: un patto tra pari, in un’ottica di dialogo e pacificazione che cancella tutte le frontiere e afferma il protagonismo delle comunità, nella più ampia partecipazione e condivisione di attori sociali e istituzionali.

 

 

AOI ha come finalità la rappresentanza e la valorizzazione della pluralità degli attori  sociali del volontariato e della cooperazione internazionale, nel rafforzamento delle relazioni tra individui e comunità. 

AOI promuove iniziative e alleanze con altre rappresentanze e coordinamenti associativi, reti tematiche, enti locali e regioni per la certezza e l’efficacia delle risorse e per una cooperazione di sistema eticamente e territorialmente sostenibile, in confronto e dialogo anche con  il mondo del profit. Al centro delle pratiche di cittadinanza attiva dell’AOI c’è l’impegno per contribuire alla costruzione di un’Europa democratica, federalista, unita, inclusiva, accogliente, solidale, che assuma pienamente il ruolo internazionale di attore globale nell’affermazione dei valori e delle politiche di pace e cooperazione. 

Attraverso la progettualità, le azioni di advocacy e cittadinanza attiva, AOI stimola e rafforza comportamenti e stili di vita responsabili e sostenibili: per la tutela dei beni comuni e per l’individuazione di politiche e azioni coerenti.

 

 

Il pluralismo culturale dei propri soci è espressione di un’AOI impegnata in:

  • solidarietà, cooperazione, mobilità e volontariato internazionale  
  • educazione alla cittadinanza globale e alla pace
  • emergenza e aiuto umanitario
  • sostegno a distanza ed adozione internazionale
  • accoglienza e co-sviluppo
  • cittadinanza attiva, promozione sociale e sindacale, advocacy e campaigning
  • lotta ai cambiamenti climatici
  • commercio equo ed economia solidale, finanza etica, microcredito, sovranità alimentare
  • affermazione delle pari opportunità
  • tutela dei diritti umani e protezione degli human rights defenders

DOCUMENTI